I Centri di Documentazione Europea (CDE)

  • sono istituti dalla Commissione europea presso le università e le istituzioni di insegnamento superiore di tutti i Paesi membri e di alcuni Paesi terzi;
  • sono attivati attraverso una convenzione che regola i diritti e i doveri di ciascuna parte;
  • dispongono della gran parte della documentazione cartacea ed elettronica prodotta dalle istituzioni comunitarie e la rendono accessibile al mondo accademico e al “grande pubblico”;
  • costituiscono una delle reti informative della Commissione.

Mission

  • aiutare le università e le istituzioni di insegnamento superiore e di ricerca a promuovere e a sviluppare l’insegnamento e la ricerca sull’integrazione europe;
  • contribuire, con lo scopo di accrescere la trasparenza, a far conoscere le politiche dell’Unione europea a tutti i cittadini europei anche esterni al mondo universitario.

Obiettivi

  • mettere a disposizione le fonti informative sull’Unione europea  agli studenti, professori e ricercatori del mondo accademico e del pubblico in generale;
  • informare, in sinergia con le altre reti della Commissione, sulle politiche dell’Unione;
  • diventare un punto chiave d’informazione sulle istituzione e le politiche dell’Unione nelle università.

Formazione e aggiornamento

  • Seminari e stages promossi dalla Commissione europea

    -  Seminari di base (2 all’anno a Bruxelles)

    -  Seminari di aggiornamento (1 all’anno a Bruxelles)

    -  Programma di scambio: visite e brevi stages tra i bibliotecari dei CDE degli Stati membri.


    Altri seminari e corsi di base e di aggiornamento sono organizzati a livello regionale e nazionale dai CDE e dalla Rappresentanza della Commissione europea a Roma e Milano.

Distribuzione nel mondo

Paesi dell’Unione europea 403

Paesi terzi 294