PROGETTO DI RETE 2021

La "Conferenza sul futuro dell’Europa. Un nuovo slancio per la democrazia europea"

OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO
1. Favorire la conoscenza dei valori fondamentali dell’UE e delle priorità della Commissione europea, all’interno di Università, Centri di ricerca e di alta formazione, enti locali e società civile, attraverso iniziative sui temi della Conferenza sul futuro dell’Europa;
2. Permettere ai cittadini di approfondire uno o più aspetti suggeriti dal tema del progetto, così come delineati dalla Conferenza sul futuro dell’Europa, considerando anche le sfide imposte dalla pandemia e dalle sue conseguenze, che hanno messo in discussione i fondamenti dell’integrazione europea e minato la sua compagine economico-sociale. Ogni CDE potrà privilegiare la prospettiva che meglio si adatta ai propri target di riferimento, scegliendo uno o più temi di proprio interesse: dai tre pilastri su cui si fonda l’UE (il mercato unico e la libera circolazione, l’euro e il Patto di Crescita e di Stabilità, la concorrenza e la legge sugli aiuti di Stato), che sono stati duramente scossi dalla pandemia, a quelli del green deal europeo, dell’economia solidale, delle politiche occupazionali, dell’economia sociale, dell’Europa digitale, della salvaguardia dello stile di vita europeo, dei diritti e libertà, della tutela dei più deboli, dell’Europa come attore globale, della partecipazione dei cittadini, dell’informazione libera e veritiera, della salute…, tutti aspetti che saranno al centro del dibattito, al fine di elaborare riforme istituzionali e politiche in molteplici settori della governance;
3. Promuovere ove possibile sinergie e iniziative in collaborazione con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea, l'Ufficio d'Informazione in Italia del Parlamento europeo, le altre Reti della Commissione europea in Italia, gli uffici delle strutture ospitanti, gli enti pubblici, le imprese, le organizzazioni giovanili e le associazioni di volontariato, per aprire un dibattito a 360° sul nostro futuro comune europeo;
4. Privilegiare un approccio dal basso verso l'alto e un’attiva partecipazione dei giovani e dei cittadini, per ripensare l'Unione europea domani, coinvolgendoli negli eventi organizzati dai CDE anche attraverso, eventi culturali, campagne promozionali, laboratori didattici, condivisione di esperienze e buone pratiche, diffusione di informazioni sulle istituzioni e le politiche europee e sulle opportunità che l’Unione europea offre ai giovani, per studio, lavoro e mobilità;
5. Promuovere l’utilizzo della piattaforma della CoFE presso i propri target di riferimento, affinché venga utilizzata per l’inserimento di idee, proposte, eventi.

La Conferenza, che si protrarrà per due anni e partirà non appena le istituzioni europee avranno adottato una dichiarazione congiunta sulle forme e sulle modalità di realizzazione, sarà un’opportunità unica per cercare soluzioni condivise alle sfide che si prospettano per l’avvenire dell’Unione; sarà gestita su un piano di parità da Parlamento, Commissione e Consiglio e comporterà un forte coinvolgimento dal basso di cittadini, enti, imprese e associazioni.

Per ulteriori informazioni contattare il Coordinatore nazionale della rete Francesco Garza cde@unimi.it.o la  Vice coordinatore Maria Adelaide Ranchino adelaide.ranchino@cnr.it 

DOCUMENTI UTILI
Identificazione finanziaria -  Soggetto di diritto (persona fisica) Soggetto di diritto (Società privata) Soggetto di diritto (Ente pubblico) - Relazione finale

Calendario delle iniziative